Febbraio 2020 Sintesi dei lavori / “La famiglia nel terzo millennio” e il “Manifesto della Comunicazione non ostile”.

Grazie alla preziosa collaborazione dell’Assessorato alla Cultura della Città di Abano Terme, dell’Associazione Italiana degli Avvocati per la Famiglia e Minori e dell’Istituto Salesiano Gruppo Amici della Famiglia, l’Associazione Filosofia di Vita ha organizzato nel mese di febbraio 2020 un ciclo di tre appuntamenti dal titolo La famiglia nel terzo millennio, che ha ricevuto un’ottima accoglienza da parte della cittadinanza e in particolare da coppie formate da giovani genitori. Giovani genitori che vi hanno preso parte numerosi. Purtroppo a seguito dell’emergenza legata alla diffusione del Codiv-19 e del conseguente provvedimento di sospensione degli eventi preso dall’Amministrazione è stato annullato il terzo incontro, che avrebbe visto quali ospiti l’avvocato Giulia Schiaffino e il filosofo Umberto Curi. 

 

I tre incontri sono stati strutturati sulla scorta del decalogo contenuto nel “Manifesto della comunicazione non ostile”, il quale è stato condiviso da tutti i soggetti proponenti, mossi dal desiderio e insieme dalla necessità di attivare un dialogo non ostile già all’interno alla famiglia. Ci siamo resi conto che per raggiungere tale scopo è necessario che i genitori siano informati sui valori che sono in gioco all’interno di ogni comunicazione, premessa necessaria per acquisire una forma mentis capace di riconoscere i potenziali conflitti immanenti in ogni forma di relazione (sia tra persone con cui si condividono affetti, sia tra estranei).

 

Per accedere a una “comunicazione non ostile” bisogna conoscere e condividere un linguaggio molto particolare (ad esempio, non è opportuno affermare: “sono contro la guerra”, perché la preposizione ‘contro’ ci rende ostili verso qualcuno). Per attuare un dialogo non ostile bisogna, per prima cosa, vivere “uno stile di vita non ostile”, che richiede nozioni antropologiche, una continua riflessione sullo spazio dell’altro-da-sé e una tensione diuturna per abbassare il “livello di ostilità”. 

 

All’incontro del 21 febbraio ha partecipato la giornalista Fabiana Martini, portavoce del “Manifesto delle Comunicazione non ostile”, la quale tiene interventi formativi e cura schede didattiche per l’utilizzo nelle classi scolastiche del “manifesto”. La Martini ha spiegato che il Manifesto può in-formare la vita del singolo e della comunità soltanto se condiviso, divulgato, compreso e vissuto in prima persona a partire da chi lo propone e lo promuove nei propri ambiti relazionali.  Speriamo di riprendere presto i lavori per divulgare questo tema nel gruppo già costituito:
ognuno di noi si specchia nell’altro per “più conoscere per più amare”.


L’occasione ci è gradita per ringraziare i fondatori del “Manifesto della Comunicazione non Ostile. (https://paroleostili.it – Via Silvio Pellico 8|A34122 Trieste) e le persone che formano il gruppo operativo: Cristina Pollazzi, Assessore alla cultura comune di Abano Terme; Lucia Ottaviamo, Presidente del Gruppo Amici della Famiglia; Assunta Todini, Presidente A.I.A.F.
Un sentito ringraziamento anche alle relatrici e ai relatori – prof. Daniela Lucangeli, avv. Nicoletta Capone, dott.ssa Fabiana Martini, avv. Daniela Pianezzola, avv. Giuliana Schiaffino, prof. Umberto Curi – e a tutti i partecipanti.

filosfilosofiadivita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...