Castello Festival Sabato 4 settembre 2021 ore 21.00 GEOX PADOVA

“La morte del tempo”
presentazione del libro di Umberto Curi
relatori: Massimo Cacciari e Umberto Curi

Pubblicato nella collana Icone (Il Mulino), La morte del tempo di Umberto Curi è stato presentato da Massimo Cacciari, direttore della stessa collana.

In un serrato e appassionato dialogo con l’Autore, Cacciari ha sottolineato l’intelligenza della scelta iconografica che è alla base del saggio, e cioè il Saturno che divora suo figlio di Goya, la quale offre l’abbrivio a una riflessione originale su uno dei massimi enigmi che da sempre affaticano la mente umana: il tempo.

Ripercorrendo il mito di Kronos e confrontandolo poi l’opera di Goya con l’acquaforte di W. Hogarth The Bathos, anch’essa analizzata nel volume, Curi e Cacciari hanno mostrato come il Tempo, che consuma e distrugge tutto ciò che ricade sotto il suo dominio, alla fine, nell’estremo tentativo di sottrarsi alla sua distruzione, paradossalmente è costretto a divorare se stesso.

Una prospettiva disperante, questa, se non fosse in parte mitigata da un disegno, probabilmente un autoritratto, realizzato dallo stesso Goya poco prima di morire dal titolo Ancora imparo: nell’immagine di un vecchio decrepito incede con l’aiuto di due bastoni riaffiora l’antica sapienza greca per la quale to pathei mathos, “attraverso la sofferenza la conoscenza”.

“Imparare, sempre, imparare il più possibile: e in questa lotta dello Spirito – ha concluso Cacciari – forse è nascosto un germe di immortalità”.

filosfilosofiadivita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...